in

Agag: HONDA'S EXIT è una CATTIVA NOTIZIA per tutti gli sport motoristici

Il fondatore della Formula E Alejandro Agag afferma che la decisione della Honda di lasciare la Formula 1 è dannosa per il motorsport in generale e non significa che torneranno alla serie elettrica

Ritratti del personale Extreme E e design dell'ufficio

Honda nel 2015 come fornitore di motori con McLarn ritornato a Formula 1. I primi anni sono stati molto difficili. Ricordiamo solo l'affermazione di Alonso secondo cui i motori sono deboli come se stesse correndo GP2 (Formula 2). Solo lavorando con Alpha Tauri (Torro Rosso) in Red Bull sono diventati competitivi. Venerdì, tuttavia, hanno scioccato il pubblico e la squadra Red Bull con la notizia che dopo il 2021 lasceranno la classe reale. Hanno scritto che avrebbero spostato tutti i loro sforzi sullo sviluppo di auto elettriche e di energie alternative per raggiungere la neutralità del carbonio entro il 2050.

La famosa frase di Fernando Alonso

Con il ritiro, sono emerse voci secondo cui questo aveva iniziato a rafforzare la situazione Formula E, dove molti produttori lavorano già con i team di fabbrica. E il capo Formula E Agag, è più cauto nelle sue dichiarazioni e dice: »Questa è una cattiva notizia per il motorsport in generale. Questa non è una notizia positiva per Formula E e notizie negative per Formula 1. In Formula E abbiamo bisogno Formula 1, perché non siamo una concorrenza. Siamo sulla stessa barca e stiamo navigando per la stessa rotta. Sebbene siano in Hondi ha dichiarato che si stanno rivolgendo allo sviluppo di fonti alternative e auto elettriche, questa non è una garanzia a cui torneranno il motorsport nella nostra serie. Possono scegliere di evitarlo del tutto motorsports. Ed è questo che mi preoccupa. «

La FORMULA 1 registra per la prima volta un numero a due cifre di INFETTO

BARETTO: SCHUMACHER sarà compagno di squadra di RAIKKONEN nella stagione 2021