in ,

LOWE: Nel 2014, MERCEDES ha intenzionalmente ridotto le prestazioni del MOTORE

La Mercedes ha intenzionalmente ridotto la capacità del suo propulsore nella terza parte delle qualifiche durante la stagione di Formula Uno 1 per paura delle nuove regole? Toto Wolff rifiuta categoricamente questa teoria.

Stiamo assistendo a una brillante affermazione Paddy Lowe, direttore tecnico Mercedes inizialmente età ibrida della Formula 1 nel 2014. Nell'ultima edizione del podcast Oltre la griglia, il britannico ha guardato indietro all'inizio predominio della Mercedes e così facendo ha rilasciato più di una tesi interessante.

Nel primo anno nuove unità di potenza, La Mercedes in pista non si faceva quasi mai vedere limite effettivo le loro capacità. Per paura che potesse farlo troppa dominanza FIA-o ha portato a una reazione in forma modifiche alle regole, che rallenterebbe le frecce d'argento. Lowe dice di esserlo Mercedes già nei test prima della stagione ha scoperto che è con una nuova unità di trasmissione PU106A ibrido nel suo campionato e molto più avanti rispetto ad altri produttori di motori. Per preoccupazione per il digiuno adeguamenti delle politiche a causa della noia imminente, la squadra nelle qualificazioni ha utilizzato non solo prestazioni inferiori in Q1 e Q2, ma anche nella Q3 decisiva.

Con la sua affermazione, Paddy Lowe ha rivelato quanto fosse dominante il motore Mercedes all'inizio del periodo ibrido di Formula 1 del 2014.

"Bernie Ecclestone corse in giro e affermò che era un incubo, i nuovi motori sono orribili,"Lui ricorda Lowe. "Questa mentalità era dovuta al fatto che probabilmente sarebbe stato fatto qualcosa se la Mercedes fosse sembrata incredibilmente buona.Quella era la ragione Mercedes non ha mai scoperto le sue mappe. "Questo va avanti da un po 'di tempo. Per gran parte della stagione 2014, il motore non è mai stato caricato al massimo in qualifica,"Afferma Lowe, il quale aggiunge di essersi anche pronunciato a favore di tale metodo Toto Wolff. "Non abbiamo mai caricato completamente il motore nelle qualificazioni Q1 e Q2. A quel tempo, funzionava quasi al minimo."Fino ad ora tutto era normale. Con un inizio Q3 quindi è sul banco di comando Mercedes c'era sempre tensione. Perché c'era una domanda, a quali misure bodo caricato il motore, per non guidare in modo convincente davanti a tutti, assicurandosi allo stesso tempo una pole position. "C'è stato un dibattito su come avremmo avvolto il motore per la Q3 - Ho sentito da Tot: "È troppo, è troppo!" E ho pensato tra me e me: "Ma se non vinciamo la pole position, sembreremo tutti degli stupidi insieme!""

Nel 2014 (alcuni credono anche nel 2015), la Mercedes ha effettivamente guidato con la potenza ridotta della vettura in qualifica e le frecce d'argento per paura delle nuove regole non hanno mai svelato tutte le carte - Foto: Mercedes.

Se la storia Il britannico vero, nella maggior parte dei casi è andata bene. Perché anni 2014 loro vinsero 18 campi di posizioni dei 19 possibili. Solo v Austria ha vinto la prima fila titolare Williams - anche con motori Mercedes - che hanno beneficiato degli errori di Hamilton e Rosberg. Capo del team Mercedes Toto Wolff non vuole sentire niente da questa storia del suo ex capo tecnico. "A quanto pare Paddy doveva essere stato altro da me. Non c'è situazione in cui riduci le prestazioni del motore in modo che le regole non ti si rivoltino contro"Lui obietta Wolff, che è una storia Lowea lo prende rilassato. "Siamo stati molto competitivi nel 2014 e penso che tutti se ne siano accorti. Era l'inizio di una sorta di contesto normativo che comunque non sarebbe cambiato. Quindi sì, forse Paddy ha avuto una specie di impressione."

Toto Wolff, il capo del team Mercedes, ha respinto categoricamente la teoria del suo ex capo tecnico.

                                         

Nico ROSBERG sul risultato di PORTIMAU: VERSTAPPEN ha semplicemente commesso TROPPI ERRORI

Facendo la sbornia a VETTL: speravamo in PUNTI, ma l'auto era troppo lenta