in ,

Nikita MAZEPIN di nuovo sotto attacco CRITICA: Il suo inizio è PERICOLOSO PER LA VITA

Dopo Baku, entrambi i nuovi arrivati ​​Haas nel team Haas, Nikita Mazepin e Mick Schumacher a Zandvoort, si sono avvicinati pericolosamente di nuovo. Mentre esperti ed ex corridori condannano e criticano il comportamento del russo, la squadra è, ad esempio, di un parere neutrale.

Foto: HB Press

A fine gara GP dei Paesi Bassi a Zandvoortè Mick ha tagliato il traguardo per ultimo, il suo compagno di squadra Nikita Mazepin si è però dimesso al 41° giro a causa di un problema idraulico. Ma prima di dimettersi russo, è un duo della squadra Haas in pista ha messo in scena un feroce duello in cui... Mazepino, come a Baku, ha invaso il molto pericoloso manovra difensiva, che potrebbe finire in un grave incidente.

Jenson Button, ex pilota di Formula 1 e campione del mondo 2009, è per i colleghi Sky Sport F1 sulla manovra Mazepina disse: "Era un po' troppo aggressivo e pericoloso, perché non puoi reagire a una manovra del genere, perché ti ha trascinato dall'altra parte molto velocemente. Non ha alcun ruolo in quello che è successo nelle qualifiche, quindi non dovrebbe guidare in gara. Ma se lo fa, è nel posto sbagliato perché è uno sport molto pericoloso. Se vuole restare più a lungo in Formula 1, deve cambiare approccio perché è troppo aggressivo. Tutti commettono un errore, anche il tuo compagno di squadra, ma è il modo in cui reagisci che determina che tipo di persona e pilota sei. Ha bisogno di parlarne all'interno della squadra e continuare il giorno successivo e ottenere il massimo da se stesso e dalla squadra. E non credo che abbia questo in testa perché si è difeso in modo così acuto e pericoloso contro un compagno di squadra,"È chiaro Pulsante.

Jenson Button è stato molto critico e chiaro riguardo alle opinioni di Nikita Mazepin e alle sue corse pericolose. Il campione del 2009 crede che con un simile approccio non avrà posto in Formula 1 - Foto: HB Press

Mick Schumacher così dice: “Per qualsiasi motivo, ho avuto di nuovo un piccolo incontro con un compagno di squadra, che non capisco. Non lo so, lui è ovviamente così."Quando gli è stato chiesto se sarà dopo parla con lui messo la cosa in un cassetto, ha risposto: “Francamente, non ci credo, perché sembra che sia bloccato nella sua testa che vuole essere di fronte a me con tutti i mezzi. Va bene, non ho niente contro. Tuttavia, se arriviamo al punto in cui si difende da un compagno di squadra con tutta l'aggressività, anche se non abbiamo nulla da guadagnare, allora questo potrebbe non essere l'approccio giusto.“Perché l'ha fatto Mazepino in una macchina da corsa malnutrita Hasa praticamente solo il suo compagno di squadra in gara, che per Micka non ci sono scuse per il suo modo di correre. “Non è una scusa, spinge le ragazze al muro e probabilmente dovremo parlarne all'interno della squadra."

Mick Schumacher dice durante una gara pericolosa di un compagno di squadra che vuole stargli davanti con tutte le sue forze e con tutti i mezzi - Foto: HB Press

Gunther Steiner, capo squadra Haasche probabilmente da motivi economici non vuole nominare un solo colpevole, dice: "Parleremo prima di Monza, perché vogliamo impedirlo per il futuro. Non aiuta nessuno e ho cercato di spiegarlo anche a loro. Lavoreremo per così tanto tempo per risolvere questo problema. Perché se porti qualcuno con te in una recinzione protettiva, puoi volare in aria o persino sugli spalti. Qui guidiamo ad una velocità di 280 km/h. Altrimenti, possiamo sempre dire che qualcosa è pericoloso, perché non possiamo prevenire il pericolo. Ad essere sincero, non credo sia stata una manovra pericolosa. Ho guardato questo esempio e ne servono sempre due."

Günther Steiner, il capo della squadra Haas, a difesa della dote finanziaria che Nikita porta in squadra con l'aiuto del padre Dimitri, dice che non è stata una manovra pericolosa e che se ne parlerà in squadra. Altri ancora sanno dire che forse nel frattempo dovrebbe intervenire la Ferrari, visto che Mick è un membro della loro accademia - Foto: HB Press

Era ancora più pittoresco Nikita Mazepin stesso, che ha etichettato questo caso con un compagno di squadra come corsa tagliente. "E così deve essere sempre. Non mi interessa con chi combatto, combatto con rispetto. Non sto facendo più di quanto dovrei."A proposito di problemi personali con Schumacher ma non vuole sapere niente. “Non ci sono problemi, ma voglio stargli davanti."E ovviamente con tutti i mezzi, anche pericolosi. essere giovane Rus indipendentemente dai concorrenti, ha dimostrato anche con moderazione Sergio Pereza, che una volta doveva onestamente premere il freno per evitare il peggio.

Nikita Mazepin è chiaramente inconsapevole di ciò che sta facendo in pista e dice che sta correndo in modo deciso e rispettoso. Sergio Perez avrebbe probabilmente molto da dire sulle sue affermazioni, poiché ha letteralmente dovuto correre il rischio di superare il pilota russo Haas - Foto: HB Press

Ralf Schumacher ma è proprio come Jenson Button ha reagito in modo molto critico all'azione del russo oberato di lavoro e frustrato. “Con manovre del genere, non c'è niente da cercare in Formula 1,"Lo zio ha reagito con rabbia Mick Schumacher. "Tali manovre sono pericolose per la vita ad alta velocità. Qui la squadra deve rispondere con urgenza. Dopotutto, erano gli ultimi posti. Nikita deve convivere con il fatto che se Mick è così vicino a lui, non dovrebbe reagire così pericolosamente. Questi rischi che sta prendendo Mazepin non corrispondono al suo talento. Očino è sopraffatto e frustrato. Günther Steiner deve intervenire qui nel frattempo. Sebbene siano necessari i soldi del padre di Mazepin, non dovrebbe esserci alcun prezzo da pagare per mettere in pericolo il suo compagno di squadra."

Ralf Schumacher, come Jenson Button, crede che Mazepin non abbia nulla da cercare in Formula 1 con tali corse, poiché è pericoloso e non giustifica i soldi che suo padre investe nella squadra. Suggerisce alla direzione della Haas di risolvere il problema il prima possibile prima che succeda qualcosa di serio - Foto: HB Press

E infine, vale la pena menzionare reazioni certo professionisti e appassionati Formula 1, sperando che l'acquisizione della squadra da parte dei media avvenga il prima possibile Michael Andretti, che deve essere il primo a farlo dopo un'eventuale acquisizione Nikiti Mazepin mostra la porta d'uscita - e non solo la squadra Haas, ma anche Formula 1.

La pericolosa manovra difensiva di Mazepina porta Schumacher alla gara del Gran Premio d'Olanda.

         

Aggiungi una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. * Indica i campi obbligatori

Valtteri BOTTAS: non volevo raggiungere il giro più veloce

HORNER consiglia ALBON: Non rispondere alle chiamate Mercedes!