in , ,

Nissan prevede di produrre 30 nuove auto entro il 2027

Nissan prevede di aggiornare la propria gamma con 30 modelli nei prossimi tre anni come parte del piano aziendale "The Arc".

Le 16 di questi saranno veicoli ibridi ed elettrici, e i restanti 14 saranno guidati esclusivamente motori a combustione interna. Il trailer allegato di seguito presenta le sagome oscure della maggior parte delle auto in arrivo. Ne abbiamo contati 25, quindi sembra che Nissan stia nascondendo cinque dei suoi prossimi prodotti.

Arco si compone di diverse strategie regionali, tra cui quella per Stati Uniti d'America in Canada, dove Nissan prevede di introdurre sette modelli completamente nuovi. Solo negli Stati Uniti, l’obiettivo è rivitalizzare il 78% dell’offerta di autovetture e introdurre ibridi plug-in insieme ai modelli e-Power. Quest'ultimo si riferisce ad un propulsore con un motore a combustione interna che funge da generatore per produrre energia per una batteria che alimenta un motore elettrico. In modelli come Qashqai, il motore non è collegato alle ruote, quindi simile al motore rotativo Mazda della MX-30.

Nissan rimane riservata riguardo alla sua gamma di 30 modelli, ma sembra puntare molto su crossover e SUV. Scioccante, non è vero? Abbiamo fatto uno screenshot per ciascuno di essi. Possiamo notare Renault 5 convertita insieme a raccolta, che è probabilmente il camion da una tonnellata per l'Oceania menzionato nel comunicato stampa. Cinque nuovi SUV arriverà in Medio Oriente e altri due in Africa, dove sarà disponibile anche un'auto a benzina del segmento A. Per l'Europa, il piano è di introdurre sei nuovi modelli e aumentare la quota di vendita di veicoli elettrici al 40%.

A casa in Giappone, Nissan vuole aggiornare l'80% della sua offerta e introdurre cinque modelli completamente nuovi per rendere le auto ibride ed elettriche il 70% della gamma. In Cina saranno disponibili otto veicoli ibridi ed elettrici, ma solo la metà di essi porterà il marchio Nissan. Dovrebbe essere a livello globale veicoli elettrificati entro il 2026-2027 rappresentavano il 40% della gamma di modelli ed entro la fine del decennio la quota dovrebbe raggiungere il 60%.

Vuole andare altrove Nissan ridurre i costi di produzione dei veicoli elettrici del 30% rispetto a quelli attuali Ariyo e spera di raggiungere la parità di costo tra veicoli elettrici e a motore interno entro il 2030. Inoltre, sta preparando batterie al litio nichel-manganese-cobalto (NCM) potenziate con una velocità di ricarica più rapida del 50% e una densità di energia superiore del 50% rispetto a quelle utilizzate da Ariya. Inoltre, si sviluppa batterie al litio ferro fosfato (LFP)., che costerà rispetto a un'auto kei Sakura EV diminuito del 30%. Allo stesso tempo, gli ingegneri stanno lavorando su quello che molti considerano il Santo Graal delle batterie: le batterie allo stato solido, che dovrebbero apparire nel 2028 o 2029.

Il piano aziendale di Arc non include i dettagli di una possibile collaborazione tra Nissan e la startup Fisker, che è nei guai. All'inizio del mese, l'agenzia Reuters ha riferito che il "conversazioni avanzate" circa un legame, con Nissan che potenzialmente investe 400 milioni di dollari nella piattaforma per autocarri di Fisker. Secondo l'agenzia di stampa si potrebbe ritirare Nissan Alaska assemblato negli USA dal 2026. Lo sappiamo Nissan s Hondo si parla di una possibile partnership nel campo dei veicoli elettrici.

A lungo atteso il successore del modello GT-R non menzionato per ora. I rapporti affermano che sarà svelato di recente GT-R in Giappone l'ultimo anno modello per modello R35. Nissan ha lasciato intendere che potrebbe essere un concept completamente elettrico Iperforza iniziò la produzione entro la fine del decennio.

Aggiungi una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. * Indica i campi obbligatori

Il primo marito di Bentley rassegnò improvvisamente le dimissioni

Studi dimenticati: Rinspeed Aliporta