in , ,

VW ID.3 ricondizionato

Ottiene un nuovo motore da 170 kW, cursori touch illuminati e infine il precondizionamento della batteria

La Volkswagen è un modello ID.3 completamente aggiornato. Tra le novità più importanti ricordiamo nquesta versione dell'unità ID.3 Pro S da 170 kW, i tanto attesi cursori illuminati per il controllo del clima e del volume, una migliore programmazione della ricarica e, ultimo ma non meno importante precondizionamento della batteria prima della ricarica rapida.

Nuovo motore con il potere 170kW si abbina alle già note batterie s 77 kWh - presumibilmente la stessa combinazione del modello Cupra Nato. Secondo le accuse VW il motore è una versione ulteriormente sviluppata del precedente motore elettrico. L'hardware può anche essere lo stesso, poiché in alcuni mercati è possibile decidere dopo l'acquisto se aumentare la potenza da 150 a 170 kW con funzionalità su richiesta. Con l'aumento a 170 kW lo sprint si accorcia a 7,1 secondi, il consumo energetico è impostato su Da 15,6 a 16,3 kWh/100 km, e l'autonomia secondo WLTP è fino a 559 chilometri.

Versione in prevendita Professionisti con cinque posti è già iniziato; la nuova versione è disponibile in al configuratore con prezzo base 47.595 euro. Da questo viene detratto uno sconto di 3.570 euro ("Bonus ambientale VW"). Una variante è disponibile anche nel configuratore VW ID.3 Pro con motore nella parte posteriore con Batteria da 150 kW e 58 kWh, che probabilmente continuerà ad essere disponibile. Vecchio modello ID.3 Pro S da 150 kW, batteria da 77 kWh e quattro posti non sono più disponibili. Altre versioni del modello saranno disponibili per l'ordine a breve ID.3. Sono già stati annunciati ID.3 GTX da 210 kW trazione posteriore e Motore da 240 kW sulla ruota posteriore, chiamato Prestazioni ID.3 GTX. La batteria da 77 kWh della nuova ID.3 Pro S può ora essere caricata con un massimo di 175 kW – prima ciò era possibile con un massimo di 170 kW. Il precondizionamento riduce i tempi di ricarica, soprattutto in inverno. Si avvia automaticamente quando v dispositivo di navigazione inserisci come destinazione una stazione di ricarica rapida. È tuttavia possibile avviare il precondizionamento anche manualmente (come nel caso della VW ID.7).

V all'interno, l'ID.3 ha uno schermo più grande touch screen (12,9 pollici invece di 12,0 pollici). Sotto di esso sono ora installati i tanto attesi illuminati e altro ancora cursori dal design ergonomico toccare per regolare la temperatura e il volume interno. Modalità di trasmissione P, N, R e D non può più essere attivato con la manopola sullo schermo, ma (come con ID.7 e ID. Buzz) con leva sul volante. È stato anche sviluppato volante multifunzione. Assistente vocale Ida, a cui è possibile connettersi Wikipedia risponde anche a domande sulla conoscenza, ora ha accesso anche all’intelligenza artificiale ChatGPT. VW ne promette anche uno migliorato pianificatore stradale elettronico (ovvero, migliore pianificazione della ricarica nel sistema di navigazione).

Sistemi di assistenza seriale ID.3ProS includono il cruise control (che può essere aggiornato con il cruise control adattivo ACC), l'avviso di deviazione dalla corsia, sistema di prevenzione delle collisioni e riconoscimento dei segnali stradali. Inoltre è sempre presente un avviso di pericolo in loco (Car2X). Le opzioni includono un'assistenza di viaggio migliorata utilizzando lo sciame di dati e l'esecuzione automatica manovra di parcheggio salvata, funzione di gestione remota del parcheggio tramite smartphone e un sistema di avviso di uscita. Come optional è disponibile anche un nuovo sistema audio Harman Kardon. Ne è stato sviluppato uno nuovo un'app per il benessere, con cui puoi controllare l'illuminazione, il suono e il clima in diverse modalità. Modi Rinfrescare (ristoro), Calmati Dow (rilascio) e Interruzione di potere (pausa) sarà disponibile all'inizio delle vendite.

Aggiungi una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. * Indica i campi obbligatori

La prima Corvette E-Ray sovralimentata al mondo sviluppa 744 CV

BMW Serie 5 Gran Turismo: un classico del futuro?